Un’impresa non di grandi dimensioni vanta un credito di 2mila euro scaduto da oltre sei mesi. Nonostante le difficoltà di incasso, ritenendo ancora possibile il recupero del credito, ritiene di imputare a conto economico il relativo costo a titolo di svalutazione (voce B.10D del conto economico) anziché a titolo di perdita (voce B.14). È corretto operare la svalutazione per masse con costituzione di un fondo rettificativo della totalità dei crediti?