CORTE di CASSAZIONE sentenza n. 14619 depositata il 15 luglio 2016 - L'onere della prova circa la sussistenza di un rapporto di lavoro domestico spetta alla ricorrente che deve dimostrare di aver reso le prestazioni di attività di pulizie, approvvigionamento del cibo ed altri normali servizi rientranti nel lavoro domestico, in regime di subordinazione, intendendosi come tale l'assoggettamento ad un potere gerarchico, direttivo e disciplinare da parte del datore di lavoro - Studio Cerbone

CORTE di CASSAZIONE sentenza n. 14619 depositata il 15 luglio 2016 – L’onere della prova circa la sussistenza di un rapporto di lavoro domestico spetta alla ricorrente che deve dimostrare di aver reso le prestazioni di attività di pulizie, approvvigionamento del cibo ed altri normali servizi rientranti nel lavoro domestico, in regime di subordinazione, intendendosi come tale l’assoggettamento ad un potere gerarchico, direttivo e disciplinare da parte del datore di lavoro