Corte di Cassazione sentenza n. 11962 depositata il 16 maggio 2018 – Rientra nei poteri del giudice delegato, a norma degli art. 25, comma 1, n. 8, e artt. 92 e ss. L. Fall., provvedere alla determinazione dell’equo compenso per l’uso della cosa, ai sensi dell’art. 1526 cod. civ., comma 1, ove il creditore richieda tale credito con domanda di ammissione allo stato passivo fallimentare